venerdì 30 settembre 2016

Uno scaldacollo per tutte le occasioni

                                                                     Wool scarf

Tutto comincio' con una matassa di lana di pecora tinta da Colori Naturali  con reseda.
https://www.youtube.com/watch?v=N_LxJE2U6ekUna matassa, tinta da Maria Ferri  come dimostrazione ai Giardini della Landriana, e' stata poi il punto focale dell'allestimento della Mostra dell'artigianato di Guardiagrele.








Con i ferri n.9 ho messo 32 maglie in lavorazione e ho alternato punto legaccio ,con punto grana di riso e un punto nocciolina su ramo , veramente d'effetto



Naturalmente sapevo che sarebbe diventato uno scaldacollo.L'ho capito mentre lavoravo il filato, un filo consistente e morbido nello stesso tempo . Sapevo anche che non mi sarebbe bastato, con un etto di filato grosso non si va da nessuna parte, tantomeno si realizza uno scaldacollo. Dovevo unirci altri filati .


in un primo tempo pensai ad una lana di pecora sempre tinta a mano...ma optai per colori piu' accesi e filati di gran effetto e composizione



...ed e' venuto uno splendido coprispalle,scaldacollo o quello che piu' vi piace



come unire i due lembi del rettangolo



naturalmente ho fatto anche il cappello ...ma questa e' un'altra storia 



  schema per nidone d'api del centro sciarpa




Accessori

                                     Collana in canapa di Colori Naturali Cosa si riesce a fare con avanzi di filato di canapa :50 gr. di...